PESCI AZZURRI: PERCHÉ SI CHIAMANO COSÌ? CHE PROPRIETÀ NUTRITIVE HANNO? SCOPRITELO IN QUESTO “BUONISSIMO” VADEMECUM! - Pesce Azzurro
Pesci Azzurri: Origine del nome e proprietà nutritive

PESCI AZZURRI: PERCHÉ SI CHIAMANO COSÌ? CHE PROPRIETÀ NUTRITIVE HANNO? SCOPRITELO IN QUESTO “BUONISSIMO” VADEMECUM!

PARTIAMO DAL NOME!

Il termine “pesce azzurro” non è scientifico ma commerciale. L’aggettivo azzurro – che fa riferimento al colore blu-argenteo del dorso – differenzia questa categoria dall’altra importante tipologia di pesci del Mediterraneo chiamata“pesce bianco” (che comprende branzino, orata, saraghi, tanuta, pagello, ombrina, etc).

CARATTERISTICHE

Fanno parte di questa gustosa categoria di pesci le varietà caratterizzate da:

  • facile reperibilità nel Mar Mediterraneo
  • dorso nei riflessi del colore blu scuro-argenteo, ventre bianco-argenteo
  • taglia medio/piccola
  • buonrapporto qualità/prezzo
  • assenza di squame

PROPRIETÀ BENEFICHE E NUTRITIVE

Il pesce azzurro è un pesce buono: un piccolo e gustoso concentrato di sostanze preziose per il nostro organismo! Mangiarlo con regolarità è un importante toccasana per la salute. Perché? È ricco di acidi grassi buoni, gli Omega 3, di sali minerali tra cui calcio, zinco, selenio, potassio, iodio e fosforo, e di vitamine, in particolare vitamina A, D e vitamine del gruppo B.

Omega 3

Il pesce azzurro è un pesce ricco di acidi grassi Omega 3, che riducono il livello di trigliceridi nel sangue e prevengono attacchi di cuore o ictus proprio grazie all’alto contenuto di “colesterolo buono”. L’assunzione di Omega 3 evita il rischio di trombi e coaguli e mantiene il sangue fluido. Il pesce azzurro aiuta quindi anche a prevenire l’aterosclerosi, infiammazione cronica delle arterie causata da un alto livello di colesterolo nel sangue, evitando così danni vascolari.

Pesce azzurro: ricco di proteine e vitamine, povero di grassi!

Il pesce in generale, in particolare il pesce azzurro, è un’eccellente fonte di proteine e povera di grassi. Una porzione di 100 grammi della maggior parte dei pesci fornisce circa 20 grammi di proteine, circa un terzo della razione giornaliera consigliata.

Il pesce azzurro è anche un alimento dietetico! Contiene non più di 120 calorie per 100 gr, (solo lo sgombro ne contiene 170), inoltre questi acidi grassi non si trasformano in adipe, aiutando così a mantenere la linea. Il pesce azzurro è anche un ottimo sostituto di carne e legumi perché ricco di proteine.

È inoltre un ottimo alleato anche per la salute delle ossa: contiene calcio e ne potenzia l’assorbimento grazie alla vitamina D. Per questo aiuta a prevenire l’osteoporosi, ed è quindi indicato soprattutto per le donne in pre e post menopausa.

COME CAPIRE SE IL PESCE AZZURRO È FRESCO?

Imparate a riconoscerne la freschezza del prodotto: l’occhio deve essere vivido e dal colore brillante, la superficie deve essere tra il verde e il blu, le branchie di un rosso vivo e il ventre intatto e gonfio. Se il pesce risulta invece opaco, flaccido e con l’occhio velato, oltre ad avere un cattivo odore (sì, perché il pesce profuma, non puzza!), è meglio non acquistarlo. Se acquistate il pesce a tranci, assicuratevi che la carne aderisca perfettamente alla lisca.