ESTATE: LA STAGIONE GIUSTA PER ABITUARE I BAMBINI A MANGIARE PESCE - Pesce Azzurro

ESTATE: LA STAGIONE GIUSTA PER ABITUARE I BAMBINI A MANGIARE PESCE

Quando i bambini sono al mare è il momento migliore per abituarli a mangiare il pesce”. È l’indicazione di Italo Farnetani, pediatra di Milano e docente alla Libera Università degli Studi di Scienze Umane e tecnologiche di Malta che, in un’intervista rilasciata all’Adnkronos Salute, nei giorni scorsi, indica alcuni suggerimenti per facilitare il compito a mamme e papà, durante le giornate di vacanza al mare.

PERCHÉ È PIÙ SEMPLICE FAR APPREZZARE IL PESCE AI BIMBI D’ESTATE?

Quando i bambini sono al mare è il momento migliore per abituarli a mangiare il pesce”. È l’indicazione di Italo Farnetani, pediatra di Milano e docente alla Libera Università degli Studi di Scienze Umane e tecnologiche di Malta che, in un’intervista rilasciata all’Adnkronos Salute, nei giorni scorsi, indica alcuni suggerimenti per facilitare il compito a mamme e papà, durante le giornate di vacanza al mare.

Un periodo perfetto “per l’entusiasmo legato all’acqua e alla spiaggia. I bimbi vedono i pesciolini che nuotano e i pescatori al lavoro. Portare il mare nel piatto sarà sicuramente accettato molto bene. L’insegnamento a mangiare il pesce inizia allora in spiaggia”.

Un percorso necessario e “salutare”: per una corretta alimentazione occorrerebbe infatti assumere pesce tre volte a settimana. Un dato che contrasta con le abitudini reali dei bambini italiani che mangiano prodotti ittici – scatolette di tonno comprese – una volta ogni 7 giorni.

Non c’è l’abitudine a cucinare e mangiare il pesce – dice ancora Farnetani -, perciò il bambino non si è abituato durante la gravidanza al gusto attraverso il sapore del liquido amniotico”.

Le indicazioni degli esperti sono quelle di cominciare, a piccoli passi, a inserire questo alimento nella dieta dei piccini, magari durante le vacanze estive.

Si dovrebbe iniziare con i pesci piccoli, quelli più a basso contenuto di piombo, con un ottimo apporto nutritivo, ricchi di Omega3 e dal prezzo contenuto.

Dalle mie ricerche – aggiunge Farnetani – è emerso che le alici sono il tipo di pesce ideale per i bambini perché si deliscano con facilità. Possono essere cucinate in modo diverso, in base alla diversa consistenza della carne e in rapporto alla capacità masticatoria del bambino. Pertanto possono essere preparate nel seguente modo: alici lessate dall’età di 8 mesi, polpette di alici o crocchette di alici da 12 mesi, alici impanate e fritte da 18 mesi”.

 

I RISTORANTI PESCEAZZURRO: L'ALTERNATIVA "SICURA" ALLA CUCINA DI CASA

Se volete accelerare questo percorso nutrizionale l’alternativa alla cucina di casa è quella dei Ristoranti PesceAzzurro. I self-service di pesce di San Benedetto del Tronto, Senigallia, Fano (anche con il ristorante galleggiante PesceAzzurro in Barca, attraccato al porto), Cattolica, Rimini, Milano Marittima sono aperti a pranzo e a cena, tutti i giorni e propongono piatti a base di pesce azzurro.

Una soluzione pratica ed economica (menu completo di 5 portate, pane, acqua e vino alla spina a 13 €) per stimolare i bimbini (e anche i più grandicelli) a mangiare buon pesce cucinato nel rispetto della tradizione.

I Ristoranti PesceAzzurro che trovate nel litorale di 3 città costiere della Romagna e 3 città costiere delle Marche propongono inoltre un “Baby menu” su misura di piccini (Baby Primino condito con il sugo di pesce del giorno e un delizioso gelato alla vaniglia nell’indimenticabile confezione a forma di pipa a 5 €).